Indice del forum


Mcfly Italian Forum
La prima risorsa italiana sui Mcfly, Online dal 2004!
Portale  |  Blog  |  Album  |  Guestbook  |  FlashChat  |  Statistiche  |  Links  |  Calendario  |   Downloads  |   Commenti karma  |  TopList  |  Topics recenti  |  Vota Forum


You Got Nothing On Me - Skins FF.
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno
Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Fan Fiction -> Other FF

Dani k.

Junes Fan.




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 32
Registrato: 11/06/05 17:11
Messaggi: 13646
Dani k. is offline 

Località: Tempe, Arizona.





usa
Rispondi citando
Allora, siccome Skins è ricominciato, volevo fargli 'onore' con una One Shot/Short Fic dedicata al cast della terza serie. In realtà è principalmente su Cook (ma va?) che per chi non l'avesse ancora capito è il mio personaggio preferito XD altri personaggi che compaiono parecchio sono Naomi, JJ, Freddie ed Effy. Vengono nominati Panda, Ems e Katie.
L'altra protagonista, assieme a Cook, è Andy, un personaggio inventato da me.
Metterò presto le foto dei personaggi, perchè non ho ancora trovato come potrebbe essere Andy, tutto qua. Questa fic l'ho scritta tipo in tre giorni, capitemi xD
Spero vi piaccia :)
Enjoy!

EDIT: siccome ho forse trovato la protagonista, metto le foto :)

Andy:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Cook:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(melotrombo!xD)
Naomi:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Everyone:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


You Got Nothing On Me

L’estate era passata per tutti, anche per Andy.
Avrebbe voluto evitarlo, avrebbe voluto evitare di ricominciare ad andare al Roundview college.
Si, era l’ultimo anno. Ma sapeva che in un modo o nell’altro la magia estiva sarebbe svanita, e con essa tutti i bei momenti che aveva passato per due mesi. I momenti passati con lui.
Chi l’avrebbe mai detto?
Lei e James Cook. Che coppia improbabile. Eppure quando ci pensava, sorrideva.
Se quella sera non avesse accettato di andare a quel party in un locale alla periferia di Bristol, non l’avrebbe mai conosciuto, anche se frequentavano la stessa scuola da un paio d’anni. Avrebbe quindi dovuto ringraziare Naomi per averla quasi costretta ad accompagnarla? Lei non voleva trovarsi in situazioni imbarazzanti con Emily, ripeteva, quindi l’aveva convinta, persino ricattandola.
“Vado a dire a JJ che vorresti passare la notte con lui”
“Sinceramente preferirei passare la notte chiusa in uno sgabuzzino puzzolente, se non ti dispiace!”
“ma che ha JJ di così brutto!?”
“è…strano”
“dai Andy, per favore, vieni. Voglio passare una bella serata!” e siccome era troppo buona, aveva accettato. In fondo anche lei voleva svagarsi un po’. L’anno scolastico stava giugendo al termine, c’era da festeggiare.
Conosceva da poco Naomi ed i suoi amici: in realtà conosceva solo lei, ma lei parlava talmente tanto di quella Effy, di quel Freddie, di Emily…che le pareva di conoscerli a sua volta.
Fu quella sera che, dopo aver deciso di vestirsi con un top nero senza spalline e dei semplici skinny jeans, aveva avuto la possibilità di presentarsi ‘ufficialmente’ a quasi tutta la combriccola.
C’era la bellissima Effy, dai capelli lisci e gli occhi azzurri, che lasciava senza fiato da tanto era bella e misteriosa. Assieme a lei c’era la goffa Pandora, che l’aveva presa già fin troppo in simpatia. Poco lontano aveva visto Katie, la gemella di Emily, tenerla stretta per il braccio come se fosse il suo cagnolino.
Infine arrivarono lo strambo Jonah Jeremiah Jones, il magrissimo Freddie e lui, Cook. Estroverso, socievole, esagerato, rompiscatole…ma terribilmente affascinante. La prima cosa che Naomi le aveva detto era di stargli lontano, perché portava solo guai. Ma Andy difficilmente seguiva i consigli altrui.
“Hey, e tu chi saresti?” chiese mentre erano in fila, quasi sgarbato.
“è mia amica, Cook, lasciala stare” l’aveva subito ammonito Naomi.
“stavo solo parlando, abbassa la cresta biondina” lei scosse la testa e si voltò a parlare con Freddie.
Poco dopo Thomas, il ragazzo di Pandora, li fece entrare. Andy non era esattamente un tipo festaiolo, ma con qualche bicchierino di troppo persino un palo della luce si sarebbe sciolto. Iniziò a ballare assieme ad Effy e Katie, che l’avevano trasportata in mezzo alla pista come se si conoscessero da anni.
Sebbene si sentisse davvero alticcia, quasi sull’orlo dell’ubriacatura totale, riuscì a raggiungere il bagno delle ragazze. Lo trovò in uno stato pietoso, ma comunque doveva rinfrescarsi.
“Hey, bella” non si era accorta che ci fosse qualcun altro.
“che fai qui? Questo è il bagno delle ragazze…” rispose un po’ confusa dal mal di testa che incombeva
“chissenefrega” rispose lui, avvicinandosi “vuoi sballarti?” le mostrò una bustina di polvere bianca.
Andy scosse la testa “niente droghe” ribattè severa
“ok…allora che ne dici di un altro tipo di sballo?” le aveva lanciato il tipico sguardo che diceva a chiare lettere ‘Ti voglio. Qui. Adesso.” e per cui Andy si sentiva persino in imbarazzo.
Ma Cook, a detta di Naomi, e dalle voci che circolavano sul suo conto, non era uno che perdeva tempo.
Se voleva qualcosa, se l’andava a prendere, senza pensare alle conseguenze, e con qualsiasi mezzo a sua disposizione. Aveva fatto così con Effy, si diceva. Si vociferava persino che lui e Freddie, che erano migliori amici da sempre, avessero quasi dato fine alla loro amicizia per lei. Alla fine, però, lei aveva scelto Freddie.
Sebbene decisa a ‘sballarsi’ con lui, si sentiva frenata da quel maledetto buon senso che la caratterizzava da sempre. Era già tanto che avesse bevuto come una spugna.
Ed ora avrebbe dovuto fare sesso con un perfetto sconosciuto in un bagno di un locale sporco e puzzolente? Questi particolari le importavano veramente, a tal punto da mandare a quel paese l’occasione di poter avere per una notte uno come Cook?
“eh, allora, che ne dici piccola?” lui si avvicinò, scostandole una ciocca di capelli.
Andy era piuttosto certa che Cook non fosse uno che si arrendeva facilmente. Lo stava dimostrando.
Il cuore le batteva senza un tempo preciso, e come se non bastasse iniziava a sentirsi eccitata.
Cook prese il suo silenzio come un assenso, così si avvicinò per baciarla, cosa che lei non rifiutò.
“Ti ho convinta adesso?” chiese insistente.
Andy si lasciò andare. E da quel momento finì in una trappola che sembrava senza uscita.
Per tutta la vacanza si erano visti e avevano dato sfogo a qualsiasi fantasia. Succedeva ovunque, a qualunque ora. Andy non si era mai sentita così: era come se il corpo di Cook fosse la sua nuova polvere bianca, senza la quale sarebbe impazzita da un momento all’altro.
Ogni volta, dopo averlo fatto, Cook si rivestiva e se ne andava subito. Le prime volte Andy non ci fece caso; poi, col passare dei giorni, iniziò persino a dispiacerle. Forse si era lasciata trasportare troppo.
Ma sapeva che con lui era impossibile parlarne. Naomi le diceva sempre che aveva sbagliato, che Cook era solo un guasta feste e un portatore di guai. Ma che ne sapeva lei?
“Ci ho avuto a che fare anche io, credimi” spiegò un giorno in cui era in vena di confessioni “abbiamo fatto una scommessa e l’ho persa. Stavo per scoparci anche io. Mi stupisco che non ci abbia ancora provato con Katie sinceramente. Ma chi lo sa, magari dopo di te ci sarà lei” quella frase le diede un po’ fastidio.
“dopo di me…?”
“certo, che ti aspetti, che ti prometta amore eterno? Cook non appartiene a nessuno, non apparterrà mai a nessuno. Lui tromba qui e là, e non gli importa di nessuno se non di sé stesso. Mi stupisco anche che sia così attaccato a JJ, e ancora di più a Freds” affermò “però penso che in fondo sia quasi buono. Voglio dire, per Effy s’era proprio preso una sbandata assurda. Ora penso l’abbia passata, dato che ha capito che lei non se lo fila più” Andy pensò che al posto di Effy avrebbe mandato Freddie a quel paese in quattro e quattr’otto.
“Pensi che mi tradisca?” chiese titubante
“Tradire? Mi dispiace dirtelo Andy, ma Cook è molto probabile che in questi due mesi se ne sia fatto altre mille. Nessuno lo sa, solo lui. Ma non stavate certo assieme, quindi…” notò che l’amica c’era rimasta male, così cercò di rimediare “ma magari no, è una mia ipotesi” poi si fermò per qualche secondo.
“Andy?” si guardarono “non è che per caso ti piace davvero Cook?”.
Ovviamente Andy aveva subito negato.
“l’abnegazione non ti porterà da nessuna parte, ti conosco da poco ma a quanto vedo ci sono tutti i presupposti per una bella cotta in piena regola…!” Andy aveva cercato di cambiare discorso, invano.
“Non c’è nulla di male! Non vergognartene! Prendi me, per esempio! Sono una mezza lesbica! Ma non me ne vergogno di certo!” Andy sorrise. Poi assieme scoppiarono a ridere a crepapelle.
Naomi era una buona amica. L’aveva conosciuta grazie all’elezione del capo scuola. L’aveva votata perché le sembrava una delle persone più serie di quell’edificio. Grazie allo stesso evento aveva ‘conosciuto’ Cook, ma solo perché lui l’aveva fermata per chiedergli di votarlo. Quindi quella non era una vera e propria conoscenza in piena regola. Non che quella nel locale quella sera di fine giugno lo fosse.
“Cosa pensi di fare allora?” Andy fece spallucce “dovresti fargli capire che non vuoi più giocare”
“Cook non è certo la persona adatta per questo genere di conversazioni, non credi?”
“lo so, ma una volta mi ha persino detto che sono intelligente, quindi qualcosa lo deve aver capito” risero
“senti” continuò la bionda “se ha continuato a frequentarti, un motivo c’è. E tra l’altro sa bene cosa vuol dire essere innamorato. Non lo ammette, ma di Effy lo era eccome”
“reggerò mai il confronto con la regina del mistero?” chiese sarcastica Andy
“prima o poi deve comunque farsela passare, quindi tanto vale provare. Tentar non nuoce”
“già” annuì la mora, un po’ confusa e indecisa sul da farsi. In realtà non sapeva nemmeno se Cook le piacesse davvero, non c’erano di certo tutti i presupposti per chiamarla cotta, ma il fatto che sperasse ogni giorno di poterlo baciare ancora, e ancora…di certo dava qualche spunto.
In ogni modo, il giorno dopo avrebbe dovuto affrontarlo, a scuola. Non sarebbero stati da soli in una stanza, perciò dovevano comportarsi come perfetti sconosciuti. Fatto sta, che quella notte non chiuse occhio.
Il mattino seguente quando la sveglia le ricordò che erano le sette e mezza, lei era già pronta e vestita.
Persino la madre era rimasta sconvolta dal vederla in piedi in orario, cosa che accadeva raramente.
Raggiunse il Roundview College di Bristol in bicicletta, trovando già Naomi seguita da Emily, e Pandora seguire Effy. Il primo giorno, e niente era cambiato dall’ultimo dell’anno scolastico precedente.
“Hey Andy” la salutò Freddie. Lei ricambiò, stupita. Credeva che nessuno l’avrebbe riconosciuta.
Dopo la presentazione del nuovo assetto organizzativo della scuola, Andy, come tutti gli altri, si diresse verso la prima ora di lezione del nuovo anno. Si sarebbe sparata piuttosto di fare matematica.
“Guarda un po’ chi c’è!” affermò una voce dall’accento marcato.
“Ciao Cook” era contenta che l’avesse salutata…ma dall’altra parte sentiva un certo senso di rabbia. Certo, ora si comportava come se niente fosse. Come se in quei due mesi non avessero condiviso nulla.
Per lei non era nulla. E si sentiva stupida ad ammetterlo, perché sapeva com’era Cook.
Cook non apparteneva a nessuno.
“Allora?” continuò lui “che fai stasera?”
“Niente” rispose fredda. Ovviamente lui non capì che qualcosa non andava.
“Quindi stasera ci vediamo?”
“forse” Cook rispose dopo qualche secondo.
“Cosa vuol dire forse?” chiese spiazzato. Ovvio, era abituato a sentirsi sempre dire sì.
“E se dicessi di no? Se non volessi vederti stasera?” si voltò, chiudendo l’armadietto da cui aveva riposto alcuni libri nuovi, aspettando una reazione. Sperava di sentirsi dire qualcosa, una volta tanto.
“Cosa? Stai scherzando vero?”
“No, non scherzo” lui ridacchiò com’era solito fare. Lei, invece, era sempre più seria.
“Ma che ti prende? Fino a ieri andava tutto bene!”
“Per te, forse” Cook sbuffò
“Fai come ti pare” lo sapeva che le avrebbe risposto in quel modo “ma non capisco, sinceramente”
“è ovvio che non capisci Cook. Tu non capisci mai nulla. Non ti importa altro che il tuo benessere personale, degli altri te ne sbatti completamente” con quella solita espressione da saccente, lui alzò le spalle
“gli altri di me se ne fottono. Perché io dovrei preoccuparmi per loro? Me ne frego”
“la gente si preoccupa per te invece! Sei tu che sei troppo impegnato a pensare ai fatti tuoi per accorgertene! Sei solo un egoista di merda!” gli aveva urlato contro, frustrata.
“ma perché te la prendi tanto? Non ti sta bene che ti chiamo quando mi pare? Sono affari tuoi, ne trovo dieci meglio di te che vogliono scopare con me e non mi fanno storie” Andy sentì il cuore spezzarsi in due.
Lo guardò un’ultima volta, con disprezzo, prima di andarsene, camminando velocemente.
“Cretino” le aveva detto da dietro le spalle Naomi
“che c’è? Ti ci metti anche te adesso a rompere?” lei scosse la testa
“Tu le piaci, idiota” aveva confessato, a braccia conserte. Naomi era sempre la più saggia.
“e allora? Anche lei mi piace” rispose come se fosse la cosa più naturale del mondo
“non in quel senso Cook”
“e allora che vuole?! Non penserai che io ora mi metta a fare lo sfigato per consolarla vero?”
“Cook, tu le piaci come a te piaceva Effy” quella fu una lama a doppio taglio per James. Sperava che nessuno gli riportasse alla memoria tutto il dolore che aveva provato nell’essere usato da Ef, per poi essere scartato per il proprio migliore amico. Cook si irrigidì.
“Infatti a me Effy piaceva perché era una bomba, fisicamente e a letto”
“certo, e tu speri che io ci creda?”
“Naomi, a me non interessa un cazzo di quelle moine stile telefilm americano, ok? Io non credo a quelle cose, all’amore…ma che cazzo è? Credo nel sesso. Quello è vero, indolore, divertente. Per me tutte le paranoie stile ‘oddio quello non mi caga’ mi fanno venire il vomito, chiaro? Quindi dì pure alla tua amica che possiamo concludere qui il nostro divertimento assieme. Non ho voglia di cozze” l’aveva poi lasciata lì, camminando con le mani in tasca come sempre, spavaldo come non mai.
Andy nel frattempo si asciugava le lacrime seduta su una panchina nel giardino nel retro della scuola.
Sapeva che sarebbe andata male. Cook non era fatto per parlare.
Ora avevo perso tutto quello che aveva. Persino il sesso. Si, stupido da pensare. Ma se quella era l’unica cosa che poteva avere, tanto valeva tenersela ma tacere. Invece no.
“Ti consiglio di non perderci ultieriore tempo” quando Andy si voltò vide Effy seduta accanto a lei. Non avevano mai avuto alcun tipo di rapporto, a malapena si erano salutate un paio di volte. Solo quando erano ubriache iniziavano ad andare davvero d’accordo. Ma non avevano mai parlato di cose ‘serie’.
“di che parli?”
“ho sentito quel che è successo in corridoio poco fa” oltre ad essere misteriosa era anche onnipresente?
“non c’è nulla da dire a riguardo” tagliò corto Andy. Avrebbe voluto parlare, in realtà, per sfogarsi, ma non con Effy. In quel caso era forse l’ultima con cui avere a che fare, dato che di mezzo c’era un suo ex.
“Cook non ha fiducia in niente, in nessuno”
“però in te l’aveva” Effy annuì
“si, ma ora non più. Ma cosa mi aspetto? Ho scelto il suo migliore amico. L’orgoglio gli è andato a puttane”
“cos’ha Freddie più di Cook?” chiese curiosa
“sono agli estremi. Uno è stronzo, l’altro no. Ed io che sono stronza, con chi potevo stare? Io e Cook siamo troppo simili. Abbiamo una famiglia disastrata, un carattere del cazzo, facciamo finta di essere forti ma in fondo soffriamo per tutto questo, perché non abbiamo ricevuto l’affetto che desideravamo”
“mi dispiace” quindi lei non era l’unica ad avere una famiglia del cazzo, pensò. Padre mai conosciuto, madre sempre fuori per lavoro, che non aveva mai guardato al di là di ciò che vedeva.
“amen. Mi dispiace solo per Cook, è arrabbiato col mondo, e pensa che tenersi al di fuori di alcune situazioni sia meglio. Pensa che stare seriamente con qualcuno sia una stronzata. Anche io lo pensavo, prima di capire di essere innamorata di Freddie” Andy sorrise. In fondo non sembrava così male.
“Se vuoi un consiglio, lascialo perdere. Svagati con qualcuno a cui interessi davvero. Con JJ per esempio” ancora con questa storia, pensò “magari lo fai ingelosire”
“perché dovrei usare JJ per far ingelosire Cook? Non voglio trovarmi in mezzo ad un triangolo”
“giusta osservazione. Non fare come me” si alzò dalla panchina “e così abbiamo perso la prima ora di lezione. Cos’hai adesso?”
“filosofia con Kieran” si alzò a sua volta
“allora andiamo dalla stessa parte, dai” si incamminarono assieme, ma non parlando più. Passarono davanti a Cook, che al vederle assieme strinse i pugni, nervoso. Bene, Effy e Andy assieme, un’accoppiata geniale.
Effy…e Andy, quella ragazza un po’ troppo timida e pudica con cui da due mesi ci dava dentro di brutto.
Certo, il sesso con Effy era insormontabile, ma ora se lo doveva scordare. Lei ora voleva Freds.
E lui invece chi voleva? Beh, per scopare andava bene chiunque, certo, ci avrebbe pensato due volte prima di andare ancora con Panda. Ma a suo tempo era stato uno svago più che eccellente. L’aveva istruita bene, alla ragazza. Quasi quasi ne andava fiero. Ora doveva trovarsi una nuova preda. Ora doveva ricominciare a guardare ogni ragazza nei dintorni per decidere qual’era la più…scopabile. In classe si rese conto che le mancavano le gemelle per mettere a segno il colpo perfetto. Poi si era fatto tutte quelle della sua compagnia. E pensare che una volta aveva persino baciato Freddie.
Guardò Andy dall’altra parte della classe e sbuffò. Le davano fastidio le tipe troppo riflessive come lei, però s’era trovato piuttosto bene. Dopotutto aveva un po’ istruito anche lei….
Insomma, in due mesi non si era mai lamentata, ed ora tutto ad un tratto gli faceva delle storie? Avrebbe forse dovuto prendersela nel caso l’avesse scaricata da un momento all’altro perché aveva trovato qualcun’altra. Invece no. Se l’era presa perché? Ah si, perché…veramente non l’aveva ancora capito bene.
Naomi diceva che Andy gli andava dietro. E quindi non solo a Andy piaceva farlo con lui. A Andy interessava davvero James Cook, quindi? Nessuna prima si era interessata a conoscerlo più del dovuto.
Tutte le ragazze con cui era andata non sapevano nemmeno che Cook era il suo cognome.
Solo ad Effy aveva presentato persino il padre. Che poi, definirlo padre era troppo. Cook Senior, insomma.
Ad ogni modo, tutta quella cosa tipo ‘ti amo, voglio stare con te’ non gli interessava.
Però d’altro canto, gli dispiaceva aver perso l’occasione di divertirsi un po’ con Andy tutti i giorni.
Lei era carina. Ma carine lo erano anche Naomi, Emily e Katie. Effy invece era davvero bella. E Panda? Beh, Panda era…scopabile? C’era da dire che comunque nei due mesi estivi passati a farlo ogni giorno con Andy, non aveva mai pensato di andare con un’altra. Alla fine la poteva vedere quando gli pareva, anche stare con lei tutta una notte intera…non sentendo il bisogno di ‘tradirla’. Non stavano insieme, ovviamente, ma in fondo non a Cook non dispiaceva passare qualche ora in più con lei senza…beh, senza quello, sebbene in realtà anche con le più buone intenzioni di vedere solo un film in dvd, stavano attenti solo nei titoli di testa.
“Bene, andate, anche se non è ancora suonata, ma mi sono rotto” a Kieran non piaceva il proprio lavoro, quindi li faceva uscire spesso anche dopo solo venti minuti di lezione.
Si diresse, seguito da JJ, verso sociologia.
“è vero che Andy ti sta dietro?” gli chiese l’amico dai riccioli castani e l’apparecchio.
“così pare. Ma tu come lo sai?”
“ho sentito Naomi che lo diceva ad Emily…sai, le voci girano”
“le ragazze non sanno starsene zitte JJ…menomale che almeno tu hai capito che è meglio farsi i cazzi propri e non dare retta a nessuno…” JJ si fermò
“veramente…l’ho detto a Freddie” Cook sbuffò, roteando gli occhi in segno di stizza “scusa!”
“adesso come minimo mi dovrò sorbire la paternale di papà McLair”
“Andy è simpatica” Cook fece spallucce “sempre se ci hai mai parlato, ovviamente…perché l’hai fatto no?”
“non è mia sorella J, non me ne frega di parlarci…capisci che intendo?” Jonah annuì
“ma secondo me dovresti provare a…” Cook lo interruppe
“a fare cosa? Ad uscirci, regalarle un mazzo di rose, mettermi uno smoking e aprirle la portiera della macchina? Non sono mica Freddie, che si fa mille seghe mentali su come dire qualcosa a qualcuno. Io non sono per una relazione seria, ok? Che v’è preso a tutti? Perché vi preoccupate tanto per ‘sta Andy?”
“dicevo solo che, magari, così, per dire, la tua storia più lunga l’hai avuta appresso a Effy e adesso sarebbe bello che…ecco, magari potresti cercare di…” come al solito, JJ si stava bloccando.
“JJ, taci, ok?”
“va bene, Cook” i due camminarono verso l’aula della lezione successiva, trovando di nuovo gli stessi componenti della classe precedente. Si sedettero uno nel primo banco e l’altro nell’ultimo, come sempre. JJ era intelligente, fin troppo, ma autistico, cosa che gli causava non pochi problemi. Si preoccupava per chiunque, e per qualsiasi cosa. Era la giusta metà che riconciliava sempre e comunque Freddie e Cook.
I suoi migliori amici. Loro tre erano i tre moschettieri, e per quanto Effy avesse provato a dividerli, alla fine l’unità del trio era stata preservata. E per questo Jonah Jeremiah Jones era davvero contento.
Spesso gli sguardi di Andy e Cook si incrociavano, soprattutto perché questa si bloccava a fissarlo e a maledirsi per aver buttato nel cesso anche la sola possibilità di poterlo avere fisicamente.
In quel momento si sentiva…impotente.
Non poteva tornare indietro, e andare avanti per la propria strada le sembrava difficile.
Di certo non impossibile, ma minuto dopo minuto, capiva che forse Naomi aveva ragione.
A lei piaceva davvero James Cook. Non le interessava solo il fuori. Sapeva che c’era molto più Cook da scoprire, e che quel suo atteggiamento da spavaldo era solo un modo per nascondersi.
Ormai, comunque, doveva mettersi l’anima in pace.
“La smetti di fissarlo?” chiese Naomi a pranzo, facendola cadere dalle nuvole.
“come?” Naomi sospirò
“appunto…ma mi stai ascoltando? E’ da quando siamo in mensa che lo guardi, attenta a non consumarlo”
“non lo stavo…guardando…”
“no, hai ragione. Lo stavi praticamente spogliando con gli occhi!” Andy sbottò a ridere nervosamente
“è bravo a baciare eh?” quella domanda fede cadere la forchetta di mano ad Andy
“come!?” Naomi rise per la comicità della scena
“a me lo puoi dire, non ti giudico, lo sai. Alla fine l’ho baciato anche io”
“già” e chissà quante altre ne aveva baciate, con quelle labbra. Ne era gelosa. Persino di Naomi, che aveva avuto la possibilità di baciarlo. Andy sbuffò, pasticciando l’insalata nel piatto.
“mi dispiace che ti sia andata a incasinare”
“non preoccuparti…alla fine sono stata io a voler dare di matto. Avrei potuto anche evitare”
“i sentimenti non possono stare zitti per sempre. Vedi me con Emily, o Effy con Freddie”
“si, ma qui stiamo parlando di Cook. Hai presente?” Naomi annuì. Si che ce l’aveva presente.
Chiunque sapeva com’era fatto Cook. Anche i muri. Tutti lo etichettavano come un coglione di prim’ordine, ma sotto sotto non era poi così male. Col tempo lei l’aveva capito bene. Avevano avuto a che fare varie volte, e quando erano in mezzo agli altri la trattava come una stupida, mentre quando si trovavano soli era quasi…gentile. Doveva fare qualcosa. E non solo per la sua amica Andy. Per Cook.
Gli inviò di nascosto un messaggio, a cui lui rispose velocemente.
“Common Room. SUBITO”
Naomi si alzò, suscitando la ovvia curiosità di Andy.
“dove vai?”
“bagno. Arrivo subito, tu aspettami qui” e nel frattempo sperava che lei non si fosse accorta che anche Cook si era alzato nello stesso momento e si dirigeva dalla stessa parte.
Entrati nella stanza comune, dove c’erano praticamente due professori, Naomi decise di essere diretta con quella sottospecie di amico che era Cook per lei.
“cosa” chiese lui quando la vide con le braccia conserte e un’espressione da sbirro.
“voglio essere chiara con te”
“vuoi un secondo round col Cookie Monster eh…?”
“no, dato che in realtà non c’è stato nemmeno il primo” Cook sospirò “Andy è una ragazza dolce…”
“ancora con questa storia? Te l’ho detto come la penso…ora posso tornare a mangiare?”
“no, non puoi, idiota” Naomi lo trattenne da un orecchio
“mi fai male!” si lamentò lui. Naomi lo liberò.
“Stammi bene a sentire. Ti sei divertito per due mesi con lei, ed ora la butti nel cestino come se fosse una macchina fotografica usa e getta? Non è così che funziona. Lei è stata sincera con te e per lo meno avresti potuto comportarti meglio”
“ma che vi aspettate tutti da me? Sono Cook! Non mi comporto bene! E uso le tipe da quando ho capito come si usa quel che ho tra le gambe! Mi sono svagato per l’estate, grazie, e quindi? Cosa devo fare adesso? Farmi dei problemi perché a quanto pare io le piaccio? Sono affari suoi, se la farà passare come chiunque altro. D’altronde, se è passato Napoleone…!” Naomi gli prese di nuovo l’orecchio con forza.
“Vediamo se capisci adesso” Cook si lamentò più volte, ma Naomi continuava a tirare.
“Ok, ok, andrò a scusarmi, ma ora lasciami ti prego!” la ragazza lo ascoltò, pronta –se necessario- a prendergli qualcos’altro, nel caso avesse agito ancora una volta da completo coglione.
“Dovresti farti un esame di coscienza”
“Ti sembro il tipo?”
“Cook, dico sul serio” Cook sbuffò, davvero annoiato. Perché non potevano tutti fregarsene e vivere alla giornata? Perché c’era sempre da chiedere scusa, farsi mille problemi su qualcosa o qualcuno…perché?
Lui se lo chiedeva sempre. Anche perché lui, l’unica volta che si era seriamente preoccupato per qualcuno, l’aveva presa nel didietro. E quindi adesso perché doveva preoccuparsi per una ragazza qualunque?
Solo perché lei provava qualcosa di più per lui? ‘Fossi matto’ pensò lui.
“Te lo dico da amica. Andy è dieci volte meglio di Effy. E’ gentile, carina, simpatica, dolce…e gli interessi davvero. Non ti prenderebbe mai in giro” Cook odiava quando facevano paragoni con lei. E quando tiravano fuori quel discorso senza motivo. Ormai quella era storia chiusa. Aveva sofferto, fin troppo. Ma ora basta.
Basta parlarne, basta fare confronti, basta paragonare… tanto di certo non serviva a portarla indietro da lui.
Non che ci morisse dietro. Ma la ferita bruciava ancora, dopotutto. L’orgoglio era il suo tallone d’achille.
“Dovresti darle una chance. E dovresti darla anche a te stesso. Puoi essere molto più di…questo”
“Questo cosa? Io sono così, lo sai”
“Cook, sono seria adesso. Sei molto meglio di quanto fai vedere, o no?” Cook sorrise. Quella conversazione già l’avevano avuta. E Cook già allora aveva appurato che Naomi era una persona di cui tener conto.
“L’ho sempre detto che eri intelligente” rispose lui, scompigliandole un po’ i capelli biondi.
“Anche tu lo sei”
“Fanculo”
“Fanculo anche a te” entrambi sorrisero. Naomi tornò in mensa, mentre Cook decise di andare ad accendersi una canna nel giardino, mentre rifletteva. Non che Naomi non avesse ragione, sapeva bene il modo in cui si stava comportando, e di certo non era tra i migliori. Ma meglio così che fregati di nuovo.
L’unica volta che aveva abbassato la guardia si era lasciato scappare l’unica ragazza di cui si era innamorato davvero. In realtà, non sapeva bene che cosa volesse dire ‘essere innamorato’, ma era convinto di esserlo quando aveva quella relazione strana con Effy. Lei che lo prendeva, lo mollava, lo riprendeva…senza che lui si facesse valere. Si sedette sulla scalinata principale dell’entrata e si fumò la canna in pace.
“Eccoti qui” si sentì dire da Freddie, che l’aveva raggiunto dopo averlo cercato per un sacco di tempo.
“Eccomi qui” gli porse la canna “vuoi un tiro?” Freddie scosse la testa
“magari dopo. Senti, posso chiederti una cosa?” Cook annuì “ma è vero che…”
“eh no eh! Anche tu! Basta! E’ tutto oggi che mi fate tutti la paternale! Prima Naomi, poi JJ, e anche tu adesso? Speravo di aver chiarito! Ho capito, sono stato un coglione, oggi vado a scusarmi con Andy! OK? Contento?” Freddie rimase senza parole.
“di che cazzo stai parlando? Io volevo chiederti se era vero che Katie aveva messo in giro la voce che JJ è gay. Hai fatto tutto da solo, amico” Cook si calmò. Capì di essere stato troppo precipitoso e di aver detto cose strane prima di pensare. Cosa aveva detto precisamente? Che sarebbe andato a scusarsi con Andy?
“scusa, scusami amico. Sono un po’ nervoso oggi” Freddie annuì varie volte
“si, lo sei parecchio. Fatti una valeriana, va” si alzò “andiamo dentro che è suonata”
“vai tu, io ti raggiungo. Finisco la canna. Mai lasciarla a metà!” Freddie ridacchiò, tornando dentro, con le mani in tasca. Cook non aveva mai riflettuto tanto in vita sua. Probabilmente il cervello gli si sarebbe sciolto entro sera. Gettò il mozzicone rimasto in terra e rientrò quasi di corsa. Quella giornata stava diventando invivibile. Non noiosa, fosse chiaro. Ma assurda, quello sì. Non aveva mai avuto problemi di quel genere, nemmeno quando era lui ed essere quello interessato a qualcuno. Quel genere di cose erano semplici, se le si volevano vedere semplici. Quella era la sua filosofia di vita. Se poi ci si voleva complicare la vita, beh…quello era un suicidio. E soprattutto non era il suo caso.
Ma ormai l’aveva detto, e promesso, che si sarebbe scusato con Andrea. Lui, che non aveva mai chiesto scusa in vita sua, ora l’avrebbe fatto con una ragazza? Come cambiano le cose, pensò.
Naomi continuò a lanciargli occhiatacce per tutto il resto della giornata, occhiate tra il minatorio e il dolce. Era proprio una brava ragazza. E sicuramente anche la sua amica Andy lo era. Non che non l’avesse capito da solo. Non sapeva nemmeno perché era rimasto così a lungo con lei. Di solito si stufava dopo qualche scopata, invece con lei si era quasi abituato. Si trovava bene, fino ad allora. Avevano passato due bellissimi mesi chiusi dentro una stanza a divertirsi, perché non poteva continuare così per sempre?
Ah, si, perché lei era una ragazza sensibile e si era accorta da un momento all’altro che c’era la possibilità che lui le piacesse davvero. Più ci pensava, meno ci credeva. A nessuna ragazza prima d’allora era passato nemmeno per l’anticamera del cervello di pensare che lui potesse davvero piacere in quell’altro senso.
Notò svariate volte, nell’arco della giornata, che Andy rimaneva a guardarlo. Lui faceva lo stesso, ma poi si voltava, sempre più pensieroso. Era quasi sull’orlo di una crisi di nervi. Il Cook che lui conosceva non pensava. AGIVA. Impulsivo com’era, nulla lo fermava. Ed ora, ironia della sorte, doveva pensare persino come chiedere scusa a qualcuno. Anzi, non ad una persona a caso: ad una ragazza. Una ragazza con cui lui aveva scopato per due mesi, ininterrotamente, e che gli stava procurando non pochi grattacapi.
Al suono dell’ultima campanella, finalmente, si fiondò fuori, aspettando di vedere Andy e seguirla fino a casa. Per tutto l’arco del tragitto, in cui rimase a debita distanza per far sì che lei non lo vedesse, pensò alle cose da dire, decidendo poi di smetterla di inventare delle belle parole che per lui erano inutili.
La verità, ecco, quella era la via migliore. Poteva essere la persona peggiore del mondo, ma una cosa tutti gliela dovevano riconoscere: era onesto. Qualsiasi cosa, anche la più maligna, la diceva in faccia.
Da dietro una macchina osservò Andy entrare in casa, in una villetta simile a quella di Effy, solo che al posto della porta rossa, lei l’aveva bianca. Ormai conosceva ogni angolo di quel posto.
Si avviò e dopo un gran sospiro bussò, sperando che fosse proprio la ragazza ad aprirgli. Difatti, quando lei se lo ritrovò davanti, rimase a bocca aperta. Non se l’aspettava. E non sapeva se essere contenta o meno.
Dopotutto era stato davvero arrogante quella mattina. Ma purtroppo il cuore aveva la meglio in quel momento, e il fatto che gli stesse battendo troppo veloce non era un buon segno.
“cosa vuoi?” chiese cercando di mascherare una piccola briciola di felicità e vincita personale
“solo chiederti scusa” James Cook che chiedeva…scusa? A lei poi? Doveva aspettarsi un temporale improvviso? Ad un tratto le venne in mente Naomi. Sicuramente c’era di mezzo il suo zampino.
“non me ne faccio niente delle tue scuse, se lo fai solo perché hai bisogno di una scopata” un po’ di cattiveria di certo non gli guastava. Era niente in confronto a cosa le aveva detto quel mattino.
“sono serio, dai. Che vuoi di più? Sono qui, che ti dico che mi dispiace di aver detto ciò che ho detto e bla bla bla scusa bla bla. Puoi perdonarmi?” sfoggiò uno di quei sorrisi da saccente che Andy non sopportava proprio. Non poteva essere così sicuro di sé stesso, cristo. Le dava ai nervi.
Lei c’era stata davvero male, e di certo ora con solo un semplice scusa non si sarebbe sistemato tutto.
“No, cazzo. Io ero seria stamattina, non è che adesso siamo a posto, sai? Io avevo immaginato che dopotutto un motivo per cui mi frequentassi ci fosse, cosa che per me c’era…mentre invece sembra che tu per questi due mesi abbia avuto solo in testa il fatto che potessi avere qualcuna con cui scopare…”
“hey, scusa, scusami un attimo. Ma cosa credi? Che se non mi fossi trovato bene sarei rimasto persino a guardarmi un film alle tre di notte con te? Insomma, dammi un po’ di credito! Non sarò il ragazzo migliore al mondo, e lo riconosco, ma non faccio certe cose se non mi va”
“Quindi vorresti dirmi che in questi due mesi non sei andato con nessun’altra?”
“Ma no! Certo che no! Avevo te, mi andavi bene, perché avrei dovuto fare ancora di più lo stronzo? Non lo sono già abbastanza per te? Ho detto che ci sto bene con te, ma lo sai anche tu come sono fatto. Non mi piacciono tutte le moine come quelle di Freddie” sapeva che sarebbe andata a cacciarsi nei guai, ma Andy voleva concludere il discorso definitivamente, e non l’avrebbe fatto finchè non avrebbe riportato a galla quella sua piccola preoccupazione.
“però Freddie con le sue moine ha conquistato Effy” Cook annuì
“si, e quindi? Fanculo Freddie, fanculo Effy. Stanno bene assieme, sono felice per loro. Se Effy è diventata una pappa molle che piange se riceve una rosa rossa dal suo principe, non andava di certo bene per me. Ma non ti posso garantire una storia come la loro. Io non la voglio una storia seria. Sono uno spirito libero”
“Cook, io stamattina volevo solo farti capire che dopo due mesi così, spesso mi sento solo usata…e ok, ci sto, voglio dire, avrei potuto anche dirtelo prima se non mi fosse andato bene, ma a lungo andare questo mi sta stancando. E se ci mettiamo anche il fatto che a quanto pare mi piaci, di certo non potremo più continuare così, no?” Cook sospirò e fece spallucce
“mi dispiace di essere così coglione” disse poi “non ti meriti uno come me. Ha ragione Naomi”
“lei ha sempre ragione”
“già. Beh, ci vediamo a scuola domani, eh? Fa la brava” Andy annuì, un po’ triste.
“a domani Cookie” si sporse e gli baciò la guancia. Rimase con le labbra premute più del dovuto, solo perché non voleva che quello fosse l’ultimo contatto con lui. Si allontanò di poco, guardandolo nell’azzurro intenso di quegli occhi arrabbiati col mondo. Cook la fissò, sapendo che se si fosse sporto, tutto quel discorso da bravo ragazzo non sarebbe servito a nulla. Andy, in cuor suo, sperava che lui mandasse a puttane quel discorso. A questo punto, tanto valeva rischiare di rimanerci sotto completamente.
Ma Cook non era affatto un bravo ragazzo. E non era nemmeno uno che se ne stava fermo in certe situazioni. Lei non aspettava altro, lui lo sapeva. Quindi perché doversi precludere la fine di un qualcosa di bello solo per delle stronzate da teenager sfigati? Fanculo alle paranoie. Lui la voleva. E lei voleva lui.
Era palese. Ed entrambi lo sapevano. Anche dopo i litigi, gli insulti, l’alchimia era alle stelle.
Cook la baciò con ardore, entrando nella villetta e iniziando a svestirsi. Prese in braccio Andy, continuando a baciarla, e la portò in camera. Tutto ciò che successe dopo, beh, non era una novità.
Si ritrovarono, come ogni volta, uno affianco all’altro, a fissare il soffitto. Andy sapeva che comunque, come appunto ogni volta, a breve Cook si sarebbe alzato, rivestito, e l’avrebbe salutata.
Attendeva quel momento con ansia e un pizzico di dolore. Non voleva che fosse ancora così, sebbene se lo aspettasse. Cook non poteva cambiare, Cook non apparteneva a nessuno, Cook qua e Cook là.
“Cosa ti aspetti che dica adesso?” chiese ad un certo punto il ragazzo.
“eh? In che senso?”
“voglio dire, hai voluto iniziare questa cosa dei chiarimenti…finiamola, mi sembra giusto”
“beh…ciò che penso lo sai. Tocca a te” Cook tirò un gran sospiro. Si mise quindi a sedere sul letto, non tenendo conto che fosse nudo e sotto le coperte.
“E’ che…non capisco cosa vuoi da me. Se vuoi che sia il tuo fidanzato, questo non lo posso fare. Ma non perché tu non mi piaccia…è che non è nei miei standard. Se vuoi continuare a farlo con me, sai che mi sta bene. Se pensi che io sia troppo sbrigativo a volte…te lo concedo. Ma non sono abituato a coccole e quel genere di cose. Possiamo provare a fare un giro qualche volta assieme…ma ripeto che non ti prometto niente. Non voglio che ti illudi. Lo dico per il tuo bene. Io sono un idiota, lo sai” Andy non rispose
“Rimango qui per un po’ ancora. Ma poi non gingillarti” Andy sorrise “dai, vieni qua” Cook si avvicinò e le mise un braccio sotto la testa. Andy provò qualcosa di indescrivibile a parole, e riuscì solo a sorridere di nuovo. Appoggiò la testa alla sua spalla, e posò un braccio attornò alla sua vita.
“Così mi va bene” affermò poi, a bassa voce.
“E così sia, allora” Cook si spose per baciarle i capelli. Andy lo guardò, baciandolo di nuovo.
Andy non voleva che Cook facesse qualcosa che lo mettesse a disagio. Se lui non si sentiva pronto ad essere un fidanzato, allora non doveva nemmeno sforzarsi di provare ad esserlo. Se lui non voleva nemmeno uscire da quella stanza, se per lui andava bene tenere nascosto quel mondo che si erano creati, per lei andava bene. Lei chiedeva solo un po’ più di attenzioni, ma niente rose rosse o cioccolatini.
Le bastava anche solo un abbraccio. Andy in quel momento voleva solo…stringerlo.
E pensare che quei due mesi forse erano contati a qualcosa.



Gommentate gommentate gommentate!
<3


Ultima modifica di Dani k. il Mar Feb 02, 2010 12:20 am, modificato 1 volta in totale

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"I've got real big plans and such bad thoughts"
{22/09/06.06/12/07.27/11/08} Mcfly
.02/08/10&05/08/10&10/10/10. The Maine
ProfiloMessaggio privato
Adv








Pixie*

» McFly's Obsessed





Età: 30
Registrato: 28/08/05 22:13
Messaggi: 6651
Pixie* is offline 

Località: 505




Rispondi citando
era una vita che non leggevo una FF, ma sono contenta di aver letto questa!
è scritta bene e sei stata fedele ai personaggi; il rapporto tra Naomi e Cook poi mi è piaciuto un sacco *-*

_________________
29.11.2008 Liverpool Echo Arena

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


For a poor schmuck he's temptatiously fucking cute.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privato
Dani k.

Junes Fan.




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 32
Registrato: 11/06/05 17:11
Messaggi: 13646
Dani k. is offline 

Località: Tempe, Arizona.





usa
Rispondi citando
grazie mille franca *-*
io sono diventata strafan del pairing cook/naomi
non credevo ma sarebbe il top vederli assieme per davvero **

si beh non volevo cambiarli, altrimenti non sarebbe stata una fic su skins :)

grazie ancora :)

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"I've got real big plans and such bad thoughts"
{22/09/06.06/12/07.27/11/08} Mcfly
.02/08/10&05/08/10&10/10/10. The Maine
ProfiloMessaggio privato
INeedAJones.

» McFly's Obsessed




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 34
Registrato: 17/10/05 16:14
Messaggi: 24118
INeedAJones. is offline 

Località: SuperCity.





NULL
Rispondi citando
il titolo già mi piace awww

Citazione:
“Vado a dire a JJ che vorresti passare la notte con lui”
“Sinceramente preferirei passare la notte chiusa in uno sgabuzzino puzzolente, se non ti dispiace!”
“ma che ha JJ di così brutto!?”
“è…strano”

ma nooo povero JJ Smile
a parte ke uno ke di cognome fa Jones non si rifiuta a prescindere ù.ù

Citazione:
La prima cosa che Naomi le aveva detto era di stargli lontano, perché portava solo guai

saggia donna gnegnegnegne

Citazione:
“vuoi sballarti?” le mostrò una bustina di polvere bianca.
Andy scosse la testa “niente droghe” ribattè severa
“ok…allora che ne dici di un altro tipo di sballo?” le aveva lanciato il tipico sguardo che diceva a chiare lettere ‘Ti voglio. Qui. Adesso.”

è proprio lui gnegnegnegne

Citazione:
Andy si lasciò andare. E da quel momento finì in una trappola che sembrava senza uscita.

nooooo cosa faiiiiii >__<

Citazione:
Mi stupisco che non ci abbia ancora provato con Katie sinceramente. Ma chi lo sa, magari dopo di te ci sarà lei”

lo credo ank'io Smile

Citazione:
Andy pensò che al posto di Effy avrebbe mandato Freddie a quel paese in quattro e quattr’otto.

ma sticazziiiii Surprised

Citazione:
“Cook non è certo la persona adatta per questo genere di conversazioni, non credi?”
“lo so, ma una volta mi ha persino detto che sono intelligente, quindi qualcosa lo deve aver capito” risero

Smile

Citazione:
“Allora?” continuò lui “che fai stasera?”
“Niente” rispose fredda. Ovviamente lui non capì che qualcosa non andava.
“Quindi stasera ci vediamo?”
“forse” Cook rispose dopo qualche secondo.
“Cosa vuol dire forse?” chiese spiazzato. Ovvio, era abituato a sentirsi sempre dire sì.
“E se dicessi di no? Se non volessi vederti stasera?” si voltò, chiudendo l’armadietto da cui aveva riposto alcuni libri nuovi, aspettando una reazione. Sperava di sentirsi dire qualcosa, una volta tanto.
“Cosa? Stai scherzando vero?”
“No, non scherzo” lui ridacchiò com’era solito fare. Lei, invece, era sempre più seria.
“Ma che ti prende? Fino a ieri andava tutto bene!”
“Per te, forse” Cook sbuffò

così mi piaci Andy gnegnegnegne

Citazione:
“cos’ha Freddie più di Cook?”

tutto =Q__

Citazione:
“è vero che Andy ti sta dietro?” gli chiese l’amico dai riccioli castani e l’apparecchio.
“così pare. Ma tu come lo sai?”
“ho sentito Naomi che lo diceva ad Emily…sai, le voci girano”
“le ragazze non sanno starsene zitte JJ…menomale che almeno tu hai capito che è meglio farsi i cazzi propri e non dare retta a nessuno…” JJ si fermò
“veramente…l’ho detto a Freddie” Cook sbuffò, roteando gli occhi in segno di stizza “scusa!”

Smile


qua non quoto tutto ma Naomi è una grande awww


Citazione:
“Eccoti qui” si sentì dire da Freddie, che l’aveva raggiunto dopo averlo cercato per un sacco di tempo.
“Eccomi qui” gli porse la canna “vuoi un tiro?” Freddie scosse la testa
“magari dopo. Senti, posso chiederti una cosa?” Cook annuì “ma è vero che…”
“eh no eh! Anche tu! Basta! E’ tutto oggi che mi fate tutti la paternale! Prima Naomi, poi JJ, e anche tu adesso? Speravo di aver chiarito! Ho capito, sono stato un coglione, oggi vado a scusarmi con Andy! OK? Contento?” Freddie rimase senza parole.
“di che cazzo stai parlando? Io volevo chiederti se era vero che Katie aveva messo in giro la voce che JJ è gay. Hai fatto tutto da solo, amico”

Smile

Citazione:
Poteva essere la persona peggiore del mondo, ma una cosa tutti gliela dovevano riconoscere: era onesto. Qualsiasi cosa, anche la più maligna, la diceva in faccia.

forse l'unica cosa x cui va ammirato gnegnegnegne

Citazione:
“sono serio, dai. Che vuoi di più? Sono qui, che ti dico che mi dispiace di aver detto ciò che ho detto e bla bla bla scusa bla bla. Puoi perdonarmi?”

se lo kiedi in quel modo te lo puoi proprio scordare xD

Citazione:
Ma Cook non era affatto un bravo ragazzo. E non era nemmeno uno che se ne stava fermo in certe situazioni. Lei non aspettava altro, lui lo sapeva. Quindi perché doversi precludere la fine di un qualcosa di bello solo per delle stronzate da teenager sfigati? Fanculo alle paranoie. Lui la voleva. E lei voleva lui.
Era palese. Ed entrambi lo sapevano. Anche dopo i litigi, gli insulti, l’alchimia era alle stelle.
Cook la baciò con ardore, entrando nella villetta e iniziando a svestirsi. Prese in braccio Andy, continuando a baciarla, e la portò in camera. Tutto ciò che successe dopo, beh, non era una novità.
Si ritrovarono, come ogni volta, uno affianco all’altro, a fissare il soffitto.

lo sapevo ke avrebbe ceduto alla fine xD

Citazione:
“E’ che…non capisco cosa vuoi da me. Se vuoi che sia il tuo fidanzato, questo non lo posso fare. Ma non perché tu non mi piaccia…è che non è nei miei standard. Se vuoi continuare a farlo con me, sai che mi sta bene. Se pensi che io sia troppo sbrigativo a volte…te lo concedo. Ma non sono abituato a coccole e quel genere di cose. Possiamo provare a fare un giro qualche volta assieme…ma ripeto che non ti prometto niente. Non voglio che ti illudi. Lo dico per il tuo bene. Io sono un idiota, lo sai”

Andy rassegnati, non cambierà mai ù.ù

Citazione:
Lei chiedeva solo un po’ più di attenzioni, ma niente rose rosse o cioccolatini.
Le bastava anche solo un abbraccio. Andy in quel momento voleva solo…stringerlo.
E pensare che quei due mesi forse erano contati a qualcosa.

aw awww

anke se a me Cook non piace (e si capisce anke dai commenti ke ho fatto), questa storia è bellissima awww
mentre leggevo mi vedevo le scene davanti agli okki come una puntata di Skins *__*
i personaggi sono proprio loro, li hai descritti e fatti comportare esattamente come li vediamo...sembra davvero di stare in mezzo a loro Surprised
bella bella, conoscendo te e data l'ambientazione mi aspettavo + scene porno Smile , ma devo dire ke la mia writer preferita ha colto di nuovo nel segno <3

_________________
06.12.07--27.11.08_McFLY @ London Wembley. < 3

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


This song is for every broken heart,
For every lost dream,
For every high and for every low,
And for every person who has ever felt alone.
And tonight, this song...this song's for you.
[N. Jonas]
ProfiloMessaggio privato
Dani k.

Junes Fan.




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 32
Registrato: 11/06/05 17:11
Messaggi: 13646
Dani k. is offline 

Località: Tempe, Arizona.





usa
Rispondi citando
UAUAUAUAUUAAU
allora, se inizio a scrivere roba popporno su cook è meglio che divento direttamente regista di film hard xD
ma poi ero KO e ho lasciato perdere, perchè questa ff lho pensata più sulla cosa 'sentimentale' che fisica....
sono contenta che ti sia piaciuta e se dite che ho reso bene i veri personaggi
sono davvero fiera di me **

e se a te piace Freddie ma odi cookie
a me tutto l'inverso (e nooon seeera capiiiito XD)

ora cerco una papabile andy ù_ù poi metto le foto Surprised

eeeh il titolo penso tu sia l'unica che può capire cosa significa <3

grazie grazie ancora <3

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"I've got real big plans and such bad thoughts"
{22/09/06.06/12/07.27/11/08} Mcfly
.02/08/10&05/08/10&10/10/10. The Maine
ProfiloMessaggio privato
INeedAJones.

» McFly's Obsessed




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 34
Registrato: 17/10/05 16:14
Messaggi: 24118
INeedAJones. is offline 

Località: SuperCity.





NULL
Rispondi citando
Citazione:
se inizio a scrivere roba popporno su cook è meglio che divento direttamente regista di film hard xD

effettivamente Smile
e sarebbe stato anke + facile, mentre invece ti sei messa alla prova scegliendo la strada + difficile gnegnegnegne

Citazione:
eeeh il titolo penso tu sia l'unica che può capire cosa significa

è azzeccatissimo awww
amo quella canzone <3
[se Demi farà mai un concerto in italia ci andremo together gnegnegnegne Smile ]

_________________
06.12.07--27.11.08_McFLY @ London Wembley. < 3

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


This song is for every broken heart,
For every lost dream,
For every high and for every low,
And for every person who has ever felt alone.
And tonight, this song...this song's for you.
[N. Jonas]
ProfiloMessaggio privato
Dani k.

Junes Fan.




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 32
Registrato: 11/06/05 17:11
Messaggi: 13646
Dani k. is offline 

Località: Tempe, Arizona.





usa
Rispondi citando
uauauauauauauauaua
siiii cazzo cioè
mi sento TROPPO bimbaminkia ma mi piacciono davvero le sue canzoni e la sua voce
e u got nothin on me ha un testo stupendo secondo me
anche catch me insomma
a me piacciono un po' tutte xD
vabbene ora torno sui miei passi ù_ù

cmq non so, cook è uno da rough sex e di solito io ci metto di mezzo anche un po di riflessioni e sentimenti...mentre cook mi fa tutto MENO che quello xD
quiiindi meglio far intendere ebbasta in sto caso xD

ps. ora sono trooooppo per il pairing cook/naomi O_O

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"I've got real big plans and such bad thoughts"
{22/09/06.06/12/07.27/11/08} Mcfly
.02/08/10&05/08/10&10/10/10. The Maine
ProfiloMessaggio privato
CinderNella

» McFly's Obsessed




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 27
Registrato: 28/02/08 17:25
Messaggi: 12731
CinderNella is offline 

Località: A Londra con il Judd 8) [Taranto xD]
Interessi: Harry Judd, Inglese, Harry Judd, Drums, Harry Judd, England, McFLY <3 , The Maine, Harry Judd, Keira Knightley e Harry Judd :gne: sono monotona? :gne:
Impiego: Studentessa



NULL
Rispondi citando
Io leggerò ora che metterai le foto xD

_________________
If stars collide, will you stand by and watch them fall?love Jones' Official Defensor ù.ù
Met: 21.11.09-Daria,Cecilia@Rome♥ ~08.09.10-Giusy,Nancy@Bari♥ ~12.09.10-Karen@Florence♥
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Give
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
something I can't believe
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Jones:Active. ha scritto:
bellissimo Harry nellaSmile

"Harry Judd è arraposo. Punto." autocit.
ProfiloMessaggio privato
Dani k.

Junes Fan.




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 32
Registrato: 11/06/05 17:11
Messaggi: 13646
Dani k. is offline 

Località: Tempe, Arizona.





usa
Rispondi citando
eh devo trovare qualcuno che faccia andy e nn mi convince nessuna ç_ç

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"I've got real big plans and such bad thoughts"
{22/09/06.06/12/07.27/11/08} Mcfly
.02/08/10&05/08/10&10/10/10. The Maine
ProfiloMessaggio privato
Dani k.

Junes Fan.




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 32
Registrato: 11/06/05 17:11
Messaggi: 13646
Dani k. is offline 

Località: Tempe, Arizona.





usa
Rispondi citando
nella, ho messo le foto x la tua felicità xD

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"I've got real big plans and such bad thoughts"
{22/09/06.06/12/07.27/11/08} Mcfly
.02/08/10&05/08/10&10/10/10. The Maine
ProfiloMessaggio privato
INeedAJones.

» McFly's Obsessed




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 34
Registrato: 17/10/05 16:14
Messaggi: 24118
INeedAJones. is offline 

Località: SuperCity.





NULL
Rispondi citando
bella Andy awww

Citazione:

mi sento TROPPO bimbaminkia ma mi piacciono davvero le sue canzoni e la sua voce

dobbiamo pensare di essere superiori alle bimbeminkia, xkè noi cogliamo l'essenza della sua musica e loro no gnegnegnegne

Citazione:

u got nothin on me ha un testo stupendo secondo me
anche catch me insomma
a me piacciono un po' tutte xD

a me soprattutto Catch Me (ke canta sempre anke Nick awww ), Stop The World e Everytime You Lie <3
l'unica ke non mi piace di quell'album è Got Dynamite Rolling Eyes
fine OT xD

Citazione:

cook è uno da rough sex e di solito io ci metto di mezzo anche un po di riflessioni e sentimenti...mentre cook mi fa tutto MENO che quello xD

esatto, x quello dico ke sei stata brava xkè mettere i sentimenti e Cook insieme è ardua xD

_________________
06.12.07--27.11.08_McFLY @ London Wembley. < 3

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


This song is for every broken heart,
For every lost dream,
For every high and for every low,
And for every person who has ever felt alone.
And tonight, this song...this song's for you.
[N. Jonas]
ProfiloMessaggio privato
Dani k.

Junes Fan.




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 32
Registrato: 11/06/05 17:11
Messaggi: 13646
Dani k. is offline 

Località: Tempe, Arizona.





usa
Rispondi citando
io penso che jack o'connell sia uno scopatore incallito.
anche quando non veste i panni di cook.
ecco.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"I've got real big plans and such bad thoughts"
{22/09/06.06/12/07.27/11/08} Mcfly
.02/08/10&05/08/10&10/10/10. The Maine
ProfiloMessaggio privato
INeedAJones.

» McFly's Obsessed




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 34
Registrato: 17/10/05 16:14
Messaggi: 24118
INeedAJones. is offline 

Località: SuperCity.





NULL
Rispondi citando
io x ora ho solo notato ke twittera come parla, e non si capisce un cazzo Smile
xò almeno è + "decifrabile" xD

_________________
06.12.07--27.11.08_McFLY @ London Wembley. < 3

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


This song is for every broken heart,
For every lost dream,
For every high and for every low,
And for every person who has ever felt alone.
And tonight, this song...this song's for you.
[N. Jonas]
ProfiloMessaggio privato
Giusy_x

~Extreme Mcfly's fan~





Età: 28
Registrato: 21/10/08 14:46
Messaggi: 5101
Giusy_x is offline 

Località: Valenzano (BA)

Impiego: Studentessa XD



NULL
Rispondi citando
Nonostante abbia visto due o tre puntate di Skins la storia è bellissima *__*
cercherò di vederlo Laughing

e come hai descritto Cook =Q__
Brava Dani, come sai, mi piace un sacco come scrivi <3

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

It's something unpredictable
but in the end it's right.
I hope you had the time of your life.

ProfiloMessaggio privato
Dani k.

Junes Fan.




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 32
Registrato: 11/06/05 17:11
Messaggi: 13646
Dani k. is offline 

Località: Tempe, Arizona.





usa
Rispondi citando
hahahah giusyyy
mi fa piacere che tu abbia potuto sbavare dietro a cook xD
e grazie dei complimenti <3

devi assolutamente vederlo Skins è il top *-*
io mi so comprata pure il libro ieri **

cmq karen io rimango allibita da come scrive su twitter, non si capisce un cazzo ti giuro O_O xò vabbè tanto capisco poco anche quando parla dato l'accento (che però adoro) quindi ho capito che comunque non capirei una stramazza se lo avessi davanti
ma gli direi solo
ME AND YOU SHOULD WILLY WAGOOOO (che vuol dire trombare in sostanza)
e poi per il resto non deve più parlare xD

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"I've got real big plans and such bad thoughts"
{22/09/06.06/12/07.27/11/08} Mcfly
.02/08/10&05/08/10&10/10/10. The Maine
ProfiloMessaggio privato

You Got Nothing On Me - Skins FF.
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT  
Pagina 1 di 2  

  
Vai a:  
 Rispondi